Che cosa NON è il forex

Che cosa non è il Forex, ovvero con cosa il Forex viene scambiato dall’opinione pubblica. Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per affermare che il Forex Trading non è quello che tutti pensa, ma che se fatto con dedizione e metodo, può diventare uno strumento in grado di generare rendite impensabili per i più.

Il Forex non è un gioco d’azzardo

Prima di tutto crediamo che moltissimi siano convinti del fatto che il Forex sia un gioco d’azzardo. In realtà il Forex è un lavoro, un lavoro imprenditoriale come tutti gli altri: si investono i propri soldi, per crearne di altri. Niente di più difficile o complicato.

forex cosa non èSe il poker può essere considerato un gioco d’azzardo a causa del fatto che il gioco si basa sulle probabilità, nel Forex si investe nelle nazioni del mondo, nelle macroeconomie in base a tassi d’interesse, politiche monetarie e più in generale in base all’analisi tecnica ed analisi macroeconomica.

È quindi palese che il Forex sia un qualcosa di molto professionale e da non prendere assolutamente sottogamba. Da qui in avanti, se vedete qualcuno che scrive “Il Forex è un gioco d’azzardo” saprete come mostrargli la verità.

Il Forex non è quindi un gioco d’azzardo, ma è comunque estremamente importante sottolineare che è un business dove è possibile perdere moltissimi fondi nel caso non si avesse la preparazione necessaria. È infatti assolutamente necessario imparare a fare trading online seriamente, prima di poter sognare di investire soldi veri. Proprio per questo esistono gli account di trading demo, piattaforme fornite gratuitamente dai broker, che consentono di studiare come funziona il trading online contrattando su una piattaforma speculare a quella reale, con l’unica differenza che i fondi sono virtuali e non reali.

Per il nostro approfondimento sul forex clicca su: Guida al forex

Il Forex non è manipolato

Dopo la frase “Il Forex è un gioco d’azzardo” sicuramente la frase più abusata è quella de “Il Forex è manipolato”. C’è questa credenza puramente popolare che il Forex sia continuamente manipolato dalle grandi banche, fondi d’investimento e chi più ne ha più ne metta, a scapito dei piccoli investitori: i cosiddetti “Pesci Grossi” che “Mangiano i Pesci Piccoli”. Niente di più errato.

Ma pensateci un attimo: secondo voi la Goldman Sachs, grande banca d’investimento con circa 90 miliardi di dollari in capitalizzazione di mercato, che è sicuramente uno dei più grandi player nel Forex, ha qualsiasi tipo di interesse per manipolare la vostra trade da 10 euro su EUR/USD? non scherziamo… Il Forex è in realtà uno dei mercati finanziari meno manipolabili al mondo, grazie al fatto che è il mercato più liquido del mondo (quello quindi dove girano più soldi).

Le banche centrali hanno invece un ruolo che influenza moltissimo l’andamento delle valute, in quanto controllano i tassi d’interesse movimentando moltissimo il mercato delle valute. Possiamo quindi giungere alla conclusione che il mercato del forex non è manipolato da persone misteriose, ma è bensì influenzato molto da dati pubblici come i tassi d’interesse e le politiche monetarie delle Banche Centrali.

Il Forex non è difficile

In molti decidono di smettere di fare trading forex dopo i primi minuti, in quanto giudicano il Forex trading come “troppo difficile”. In realtà esistono svariate guide presenti direttamente sulle pagine del broker dove ci si è registrati, così come è disponibile anche la piattaforma di trading demo, che consente di iniziare ad imparare a fare trading online. Sono inoltre presenti piattaforme di Social Trading, che consentono di imparare il trading in maniera estremamente semplice ed avvincente. Il Social Trading o trading sociale è il processo attraverso il quale gli investitori online si affidano a contenuti finanziari generati dagli utenti presenti su varie Web App 2.0 come principale fonte di informazioni per prendere decisioni finanziarie.

Il trading sociale è quindi un nuovo modo di analizzare i dati finanziari fornendo la possibilità per confrontare e copiare le attività commerciali, le tecniche e le strategie di altre persone, professionisti o amatori. Prima dell’avvento del trading sociale, gli investitori e gli operatori si affidavano ad analisi fondamentali o tecniche per creare le loro decisioni di investimento.

Utilizzando gli investitori sociali, gli investitori e i trader possono integrare nei loro investimenti i processi di decisione di altri commercianti. Queste reti commerciali commerciali possono essere considerate una sottocategoria delle reti sociali online, come ad esempio Facebook e Twitter.

Una peculiarità molto apprezzata del Trading Sociale, è la possibilità di copiare altre persone, attraverso servizi quali Mirror Trading e CopyTrading. Questo consente anche alle persone con zero conoscenze pregresse, di ottenere dei rendimenti in maniera del tutto automatica. Il Forex quindi non è difficile, anzi. Negli ultimi 10 anni sono stati sviluppati una serie di strumenti che non hanno fatto altro che aumentare la possibilità di successo, diminuendo la % di utenti in perdita e aumentando invece quella degli utenti in profitto.

Ricordiamo che nonostante il Trading Forex, come dimostrato, abbia una curva d’apprendimento molto più breve grazie al Social Trading, è comunque consigliabile non investire più di quanto si è disposti a perdere. Per ulteriori approfondimenti sul forex, suggeriamo di visitare https://www.mercati24.com/forex-trading-cosa-e-come-funziona-come-si-guadagna/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *